Categoria: Eventi

DEGUSTAZIONE LOCANDA AURILIA

SPAGNA: UN PAESE DA DEGUSTARE

Locanda Aurilia Vi invita
venerdì 28 giugno, ore 20,30
ad una degustazione di prodotti tipici spagnoli.

La serata inizierà con un aperitivo di benvenuto e a seguire la cena di degustazione.
Assaggeremo le famose tapas, i tipici stuzzichini serviti nei caffe spagnoli, il pata negra, prodotto considerato di alta cucina, la cecina di Leon, la paella, le acciughe cantabriche, famose in tutto il mondo per la pregiata carne, il valdeon e il manchego, i due formaggi caratteristici della penisola iberica. I vini saranno anch’essi di provenienza spagnola e saranno presentati dal sommelier.

Il costo della serata è di 48 euro.

 

Degustazione Piwi Locanda Aurilia

PIWI, “OLTRE IL BIO”

Locanda Aurilia vi invita
 venerdì 31 maggio, ore 20,30
ad una cena di degustazione volta alla scoperta dei PIWI.

Che cosa sono i PIWI?
Le varietà di vite resistenti alle crittogame (in breve PIWI) trovano la loro origine negli incroci effettuati tra le varietà di vite da vino e le varietà di vite americana resistenti alle malattie fungine.
L’obiettivo era quello di combinare la resistenza delle varietà americane alle crittogame ed alla fillossera della vite alla qualità dei vini ottenuti dalle varietà europee. Quest’ultime sono il risultato di un processo di selezione in atto da vari decenni nel quale sono stati effettuati anche vari e molteplici re-incroci con cultivar europee.
Da un punto di vista tassonomico non si differenziano più dalla specie “Vitis Vinifera”, ecco perchè ormai ad oggi fanno appunto parte a tutti gli effetti della specie “vinifera”. Questo è importante perché, in una comparazione varietale, i buoni risultati ottenuti nelle prove di vinficazione ne fanno delle varietà ammesse per la produzione di “Vini di Qualità” in ambito della legge della Comunità Europea.

Agire invece di reagire.
Con le varietà di vite PIWI resistenti alle crittogame, i viticoltori giocano quasi di anticipo sulla natura, dato che qualsiasi trattamento antiparassitario è un oggettivo “rincorrere il problema”. Naturalmente tutto ciò non vuole dire che non possano sorgere problemi di altra natura. Oggi come oggi le varietà resistenti offrono la soluzione migliore a chi tende la mano ad una viticoltura sostanzialmente libera da interventi fitosanitari. Una viticoltura senza chimica ed un terreno finalmente sgravato dagli innumerevoli passaggi dei trattori nei filari per effettuare la copertura fitosanitaria non è più un sogno, bensì la realtà PIWI.

Al buffet di benvenuto seguirà la cena di degustazione.
Nel corso della serata saremo accompagnati dalla spiegazione del relatore che ci dirà qualcosa su questa categoria sconosciuta ancora ai più.